Acquistare un’Audi in Germania

13 voto(i)

Perché acquistare la propria Audi in Germania, è meno caro ?

Cosa c’è di più logico che pensare di acquistare la propria futura Audi in Germania, la casa dei 4 anelli ? Prima di tutto bisogna sapere che il mercato tedesco delle auto usate è molto interessante per le auto che hanno dai 6 mesi ai 36/48 mesi. Al di là l’importazione dalla Germania è molto meno interessante. Infatti, la differenza di prezzo sui veicoli recenti tra Italia e Germania permette a molti acquirenti italiani di rivendere la loro Audi comprata in Germania nel giro di un anno senza svalutazione.

Certamente ci si domanda quanto si possa risparmiare acquistando “alla fonte”, dove trovare la propria nuova Audi, quali sono i siti dove cercarla, se la garanzia sarà valida in Italia e come fare per importare e poi immatricolare la propria auto in Italia. E poi, ci si può far assistere ? La risposta a tutte queste domande nel nostro articolo. Buona lettura !

In quanto risparmio si può sperare ?

Si tratta di una questione cruciale, se si pensa di acquistare la propria auto in Germania è proprio per risparmiare in maniera sostanziale rispetto ad un acquisto in Italia !!

Prendiamo perciò l’esempio concreto di un’Audi Q3 della stessa gamma, stesso anno e a chilometraggio equivalente sul celebre sito Atoscout24.it.
Prima costatazione molto rappresentativa dei 2 mercati, cercando un’Audi Q3 almeno del 2016 : in Italia si ottengono 960 auto invece delle 2110 della Germania !

Audi Q3 – 2016 – Diesel 120cv
Italia : 64.000 Km venduta da Audi Zentrum : 23 500€
Germania : 89.000 Km venduta da concessionaria Audi : 20 400 €

Si calcola facilmente qui un risparmio di circa il 15%, ossia più di 3.000€.

I prezzi dell’importazione dipendono dal fatto che si decida di andare a prendere da soli l’auto in Germania oppure che si opti per una consegna a domicilio : vedi “I nostri servizi” a titolo di esempio. In ogni caso, una volta assorbite le spese di importazione, si rimane largamente vincitori !

I migliori siti di annunci per auto usate in Germania ?

Ecco la lista di siti di annunci più importanti da consultare per la ricerca delle auto usate in Germania – dove sono presenti le più grandi concessionarie :

gebrauchtwagen.autobild.de  : sito di piccoli annunci auto molto conosciuto in Germania – tutto in tedesco.

automarkt.de : ancora un sito di piccoli annunci di auto usate tutto in tedesco vasta scelta…

autoscout24.it : ci troverai gli annunci provenienti da : Belgio, Lussemburgo, Germania, Francia, Italia, Olanda, Spagna, Austria. Leader europeo, i venditori più importanti diffondono qui i propri annunci. Le opzioni sono in italiano.

mobile.de : leader insieme al sito autoscout24, fondamentale per quanto riguarda le auto usate in Germania. Le opzioni sono in tedesco.

gebrauchtwagen.de : sito tedesco di auto usate – attenzione tutto il testo è anche qui in tedesco.

Certamente ce ne sono molti altri, la lista potrebbe facilmente allungarsi, ma questi sono i principali. Se disponi di poco tempo, direi che la soluzione migliore sia di consultare i due siti leader che sono Autoscout24.it e Mobile.de.

La selezione degli annunci, quali venditori privilegiare ?

Ti consigliamo vivamente di privilegiare i venditori professionisti – hanno un’attività ben avviata e le coordinate delle loro aziende sono facilmente verificabili. Conoscono le formalità amministrative dell’esportazione, compreso il noleggio delle targhe di transito.

La soluzione migliore e più sicura è quella di dare priorità alle auto vendute da concessionarie come Audi, Porsche, BMW o Mercedes… è infatti più rassicurante acquistare la propria auto presso un concessionario BMW o Audi rispetto ad un negoziante qualunque. In più le concessionarie officiali tedesche hanno una politica di prezzi abbastanza aggressiva, ci si può facilmente trovare la soluzione ideale !

La garanzia Audi sarà valida in Italia ?

La garanzia commerciale obbligatoria per legge in Europa è di almeno due anni. Questa garanzia sarà quindi valida tanto in Germani quanto in Italia e in tutta la rete commerciale della marca. Passati questi due anni di garanzia legale obbligatoria, la concessionaria venditrice dell’auto che avrai individuato ti offre sistematicamente una garanzia mecanica, ma attenzione questa garanzia non sarà per forza valida per i residenti non tedeschi. Quindi è importante informarsi bene in anticipo. L’ideale sarebbe che la concessionaria proponga una “estensione di garanzia” : è un prolungamento della garanzia legale dei due anni, valido anche in tutta la rete commerciale della marca.

Come rimpatriare in Italia un’Audi acquistata in Germania ?

Due possibilità :

• Puoi andare a prenderla da solo in Germania presso il venditore e rientrare su strada con una targa di transito tedesca (considera circa 150-200€ per una validità di 5/15 giorni)Consulta il nostro servizio ECO.
• Oppure opta per la consegna a domicilio con un trasportatore professionistaConsulta il nostro servizio PREMIUM.

Attenzione a fare bene i propri calcoli in quanto andare a prendere da soli la propria auto in Germania non è sempre sinonimo di risparmio, tra il viaggio di andata, il tempo necessario sul posto (spesso una notte di hotel con i pasti), il ritorno (benzina e pedaggio) e il tempo speso…

• C’è anche la possibilità di immatricolare l’auto in Italia e andare poi a prenderla in Germania.

Formalità amministrative per immatricolare una Audi in Italia ?

Documenti da presentare :
– fotocopia di un documento d’identità dell’acquirente / se l’acquirente è una persona giuridica (una società di capitali, società di persona, associazione…) certificato della camera di commercio in bollo o una dichiarazione sostitutiva resa dal legale rappresentante della società che attesti la sede di quest’ultima.
dichiarazione sostitutiva di certificazione di residenza dell’acquirente, qualora la residenza non sia riportata sul documento presentato
modello NP2C stampabile dal sito o in distribuzione gratuita presso gli STA delle unità territoriali ACI (PRA) e degli uffici provinciali della Motorizzazione Civile (UMC), per l’iscrizione al PRA con istanza dell’acquirente
modello NP2D, stampabile dal sito o in distribuzione gratuita presso gli STA delle unità territoriali ACI (PRA) e degli uffici provinciali della Motorizzazione Civile (UMC), nel caso in cui venga redatto l’atto di vendita
– la fattura di acquisto nel caso di un acquisto ad un professionista o l’atto di vendita con la firma del venditore autenticata da un notaio deve essere redatto in bollo
certificato di conformità europeo
– domanda compilata sul modulo TT 2119 e firmata dall’acquirente in distribuzione presso gli uffici provinciali della Motorizzazione Civile (UMC)
carta di circolazione estera e fotocopia della stessa, nel caso di un veicolo usato
Attenzione : tutti i documenti dovranno essere redatti in lingua italiana e certificati conforme da un traduttore consolare (ufficiale), a meno che non ci siano accordi bilaterali tra i Paesi coinvolti che non indichino diversamente.

Per maggiori dettagli visita la nostra pagina : bolidem.it 

Farsi assistere per l’acquisto di un’Audi in Germania

Non possiamo che consigliarti di farti assistere nell’acquisto di un’auto in Germania, e non soltanto perché ti proponiamo i nostri servizi ! La barriera della lingua riguardo : ricerca di informazioni e contratto di vendita, procedure amministrative, targa di transito, dettagli fondamentali come la garanzia, IVA e molto altro, fa sì che un acquisto di tale importanza non può farsi senza un minimo di aiuto e di assistenza fornita da una società come la nostra, si tratta del nostro lavoro. Ci sono numerose testimonianze in internet di persone che, per ragioni economiche evidenti, si sono imbarcate in vere e proprie odissee… Le ragioni dell’acquisto di un’auto all’estero sono di solito economiche, come dicevamo qui sopra, ma un minimo di precauzioni si rende necessario per concludere un acquisto in completa serenità.

I siti specializzati Audi

Audi Italia : tutte le schede di ogni modello peso, dimensioni, optional, prezzo, performance…

AutoMoto : Schede tecniche di tutti i modelli con prezzi e optional

Motori : prezzi e allestimenti di tutti modelli Audi

ABT-SPORTSLINE : specialista della preparazione Audi e VW, sito in inglese

I diversi modelli AUDI

Audi A1 et A1 Sportback : utilitaria
Audi A3 et A3 Sportback : berlina media, cabriolet
Audi A4 : berlina, cabriolet
Audi A4 Avant : station wagon
Audi A4 Allroad : 4×4, crossover, SUV
Audi A5 et A5 Sportback : coupé, grande berlina, cabriolet
Audi A6 : grande berlina
Audi A6 Avant : station wagon
Audi A6 Allroad : 4×4, crossover, SUV
Audi A7 : grande berlina
Audi A8 : grande berlina
Audi Q2 : 4×4, crossover, SUV
Audi Q3 : 4×4, crossover, SUV
Audi Q4 : 4×4, crossover, SUV
Audi Q5 : 4×4, crossover, SUV
Audi Q7 : 4×4, crossover, SUV
Audi Q8 : 4×4, crossover, SUV
Audi R8 : coupé, cabriolet
Audi RS Q3 : 4×4, crossover, SUV
Audi RS 3 : berlina media
Audi RS4 : grande berlina, cabriolet, station wagon
Audi RS5 : coupé, cabriolet
Audi RS6 : grande berlina, station wagon
Audi RS7 : grande berlina
Audi S1 : utilitaria
Audi S3 : berlina media, cabriolet
Audi S4 : grande berlina, cabriolet, station wagon
Audi S5 : coupé, cabriolet, grande berlina
Audi S6 : station wagon, grande berlina
Audi S7 : grande berlina
Audi S8 : grande berlina
Audi SQ5 : 4×4, crossover, SUV
Audi SQ7 : 4×4, crossover, SUV
Audi TT : cabriolet, coupé
Audi TT RS : coupé, cabriolet
Audi TTS : coupé, cabriolet

I modelli di ieri :

Audi 100 : grande berlina, station wagon
Audi 200 : grande berlina, station wagon
Audi 50 : utilitaria
Audi 60 : berlina media
Audi 70 : berline media
Audi 75 : berline media
Audi 80 : grande berlina, cabriolet, station wagon
Audi 90 : berlina media
Audi A2 : berlina media
Audi Allroad : 4×4, crossover, SUV
Audi Coupé : coupé
Audi Quattro : coupé
Audi RS2 : station wagon
Audi S2 : coupé
Audi V8 : grande berlina

Consulta anche il nostro articolo : bolidem – consigli per comprare e importare auto usata da l’estero  

Acquistare una Renault ZOE usata più economica in Francia

11 voto(i)

La piccola ZOE, innovativa ed ecologica, è l’auto elettrica più venduta in Europa. Con più di 30.000 vendite l’anno scorso in Europa, rappresenta l’auto elettrica accessibile a tutti, grazie al prezzo abbordabile e al noleggio della batteria. Il mercato dell’usato in Francia permette oggi di estendere le vendite e un buon numero di ZOE trovano degli acquirenti all’estero, specialmente in Italia. Scopriamo questa piccola auto davvero all’avanguardia, i suoi numerosi vantaggi e soprattutto come scovarla ed acquistarla al miglior prezzo !!

La Renault ZOE : moderna, economica ed ecologica

La Renault ZOE è un’alternativa elettrica alle sue sorelline Clio e Twingo. Si tratta di un progetto che Renault cova da diversi anni ormai. Il nome ZOE è infatti stato depositato nel 1991. Un primo prototipo fu presentato al salone di Francoforte nel 2009, poi al Mondiale dell’automobile di Parigi 2010 in una versione più vicina la modello finale. La versione che è commerciata oggi fu svelata al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra nel 2012. Il commercio della Renault ZOE è iniziato nel marzo 2013 in Francia.

La scelta della Renault per la ZOE è radicale : esclusivamente elettricità ! Applica le soluzioni tecnologiche del futuro anticipando la fine del petrolio. E si accontenta di pochi euro per un pieno ! Utilizza unicamente l’energia elettrica immagazzinata nelle sue batterie, senza l’aiuto di un motore termico, al contrario delle auto ibride.

La sensazione di modernità supera tutto il resto. Gli unici tocchi di lusso sono il volante e il pomello del cambio guarniti di cuoio. La Zoe è adatta ai tragitti quotidiani senza imprevisti. Questi tragitti sono ben al di sotto dell’autonomia della Zoe, vale a dire 120 Km circa nella sua versione originale, in commercio tra il 2013 e il 2017.

Il suo funzionamento è molto moderno, adatto in maniera quasi disorientante alla circolazione urbana : un cambio automatico, un pedale del freno che sprigiona tutta la sua potenza fin dalla partenza, un tasto Start, un touchscreen centrale con diverse funzioni. Questa piccola cittadina ha tutto il necessario per piacerti !

Un’auto esclusivamente elettrica :

- La ZOE prima del 2017 :

In modelli di ZOE in commercio prima del 2017 sono equipaggiati con una batteria di una capacità di 22 kWh con un’autonomia dichiarata tra i 210 e i 240Km in base al motore istallato, che corrisponde ad un’autonomia reale tra i 100 e i 150km.

Nota : è importante distinguere l’autonomia dichiarata dall’autonomia in condizioni reali che tine conto delle condizioni climatiche e dell’uso dell’auto (es : in inverno la ZOE consuma più che in estate).

All’uscita dalla fabbrica, la ZOE è equipaggiata con motori Continental di origine tedesca declinati secondo due potenze di carica differenti :

– ZOE con motore R240 : potenza di carica detta “normale” di 22 KW
– ZOE con motore Q210 : potenza di carica detta “rapida” di 43 KW

IL motore Q210 è teoricamente fatto per essere ricaricato due volte più velocemente rispetto al motore R240, ma si è concretamente costatato che il guadagno di tempo di ricarica è di circa 15 minuti tra le due versioni. Ad esempio, con una batteria vuota il tempo di ricarica reale è di 60 minuti per la versione Q210 invece dei 45 minuti della versione R240. D’altra parte, gli utenti dicono che questo guadagno di tempo è valido unicamente nel caso di una ricarica in una stazione e non in una rete domestica a 220V. Il rendimento sarebbe anche più interessante con la ZOE detta “normale” su una presa domestica.

A partire da marzo 2015, il blocco R240 è stato interamente prodotto da Renault.

- La ZOE dopo il 2017 :

I modelli di ZOE in commercio dopo il 2017 sono dotati di una batteria di capacità 41 kWh con un’autonomia dichiarata di 400 km, che corrisponde ad un’autonomia reale di circa 300 km. Sulla “ZOE Gamma 2017” troverai una targhetta «ZE40» apposta sul bagagliaio posteriore.

– La ZOE è dotata di un motore Renault per le versioni dette “carica normale” di 22 KW declinata con due motori diversi che sono il R75 e il R90.
– Nella versione detta “carica rapida” con una potenza di carica di 43 KW, la ZOE dispone di un motore Continental chiamato Q90 – la sua autonomia è un po’ ridotta, ma la batteria si carica più rapidamente.

Ricarica della Renault ZOE

Grazie alla tecnologia del caricatore inserito, detto «camaleonte», l’utente della ZOE ha diverse soluzioni per ricaricare la sua batteria :

– Su una stazione di ricarica accelerata (= colonnina elettrica : vedi le colonnine elettriche disponibili in Italia : chargemap.com o colonnineelettriche.it).
– Su una Wallbox : dispositivo che permette la ricarica nel modo più sicuro possibile. La stazione di ricarica a parete si fissa al muro, lo svantaggio resta il prezzo della Wallbox e la sua installazione.
– Su rete domestica con il flexi Charger – da usare su presa tipo E/F : questo cavo di ricarica occasionale (CRO) è fornito nei modelli in commercio da marzo 2014. C’è anche la possibilità di acquistarlo da solo per i modelli precedenti (590€ in Francia).

Il noleggio della batteria :

Il noleggio della batteria è obbligatorio in una ZOE. Renault ha semplificato il processo di noleggio con la comparsa della nuova ZOE “ZE40” : a partire da 69€, per 7.500 km percorsi all’anno, fino a 119 € per l’offerta Relax con chilometraggio illimitato. Questa offerta include l’assistenza gratuita 24 ore su 24 in caso di panne (compresa la panne di batteria) e sostituzione gratuita della batteria se la sua capacità scende sotto il 75%. Saperne di più : clicca qui.

Dopo aprile 2018, Renault propone i suoi nuovi modelli di ZOE in acquisto integrale con la possibilità di comprare la sua batteria.

La ZOE usata, un mercato in esplosione :

È già tempo per le auto elettriche di iniziare una seconda vita. Le auto elettriche si acquistano ormai anche usate. I primi esemplari per il grande pubblico arrivati sul mercato nel 2013 cercano infatti degli acquirenti di seconda mano. Però è soprattutto il rientro in concessionaria delle prime Renault Zoe che alimenta il fenomeno. Bisogna sapere che l’80% dei francesi che avevano perso la testa per la ZOE alla sua uscita avevano optato per il noleggio di lunga durata su tre anni. Questi stessi modelli sono arrivati quindi a fine leasing dal 2017. Sono 8000 quest’anno ad essere progressivamente reimmessi sul mercato. Affinché queste ZOE usate ritrovino velocemente degli acquirenti sul mercato di seconda mano, RENAULT Francia ha lanciato un’offerta speciale da maggio 2017. Renault indica un prezzo di partenza di 9600€ tasse incluse per una Zoe Life rimessa a nuovo con 20.000/30.000 km al contachilometri e senza permuta, con un super bonus per la rottamazione di una vecchia auto che può far abbassare l’offerta fino a 7.600€. Tuttavia, questa offerta è riservata ai privati francesi e alle concessionarie, Renault o altre, che accettano di non vendere le auto all’estero.

Sfortunatamente il mercato dell’usato in Italia è quasi inesistente. Ad esempio, la ZOE è passata a 15.245 esemplari in Francia, contro i 1000 dell’Italia dalla sua creazione fino al 2017. Si impone anche come bestseller tra i veicoli elettrici in Germania, Austria, Spagna, Portogallo e Danimarca… ma non in Italia. Capirai quindi meglio le ragioni per cui le poche ZOE vendute in Italia lo sono a prezzi esorbitanti rispetto a quelli francesi. Possiamo costatare delle differenze di prezzo di diverse migliaia di euro su modelli identici !

A chi rivolgerci per acquistare una Renault ZOE in Francia ?

I buoni affari si trovano sicuramente in Francia. Tuttavia, come spiegavamo qui sopra, le concessionarie hanno come indicazione di vendere solo a privati francesi e rifiutano perciò la vendita ad acquirenti stranieri. Il mercato dell’usato francese di limiterebbe quindi in teoria ai soli venditori privati francesi, cosa che è però meno rassicurante rispetto ad un acquisto presso venditori professionisti o venditori multimarca.

Lanciarsi nell’importazione di un’auto può a volte diventare una corsa ad ostacoli per un privato che non padroneggia a lingua (e la maggior parte dei francesi parlano esclusivamente il francese!!), né le formalità burocratiche e neanche le procedure specifiche della ZOE (noleggio della batteria).

Il metodo più sicuro è ancora quello di appoggiarsi ad un importatore francese che possa facilitare la transazione. Noi possiamo gestire per te tutte le procedure di importazione e tutte le formalità amministrative di esportazione con il venditore. A proposito della ricerca dell’auto, hai due possibilità a tua disposizione :

• Se desideri cercare da solo una ZOE in internet :

Preferisci effettuare da solo la ricerca della tua auto appoggiandoti a siti come : autoscout24.it (selezionando la Francia), automobile.fr, leboncoin.fr o lacentrale.fr. Una volta individuata una ZOE che ti interessa contattaci, Bolidem prenderà in carico la gestione dell’importazione a tuo nome: «Informazioni & trattativa», «Visura», «Perizia» e «Acquisto & Consegna».

Consulta i nostri servizi dedicati : I NOSTRI SERVIZI e non esitare a contattarci al numero 02.218.043.98.

• Se desideri appoggiarti alla nostra rete di distribuzione :

L’altra soluzione è quella di utilizzare la nostra rete di distribuzione : noi ci appoggiamo ad un negoziante di automobili francese che si rifornisce presso dei concessionari Renault. Ci indichi i tuoi criteri di ricerca e noi ti comunicheremo le offerte corrispondenti.

Ecco qualche esempio di auto venduta tramite questa via :
– ZOE Life – Carica normale – 07.2016 -4.500 km – Prezzo di vendita : 10 000 €
– ZOE Life – Carica rapida – 03.2017 – 2.800 km – Prezzo di vendita : 11.000 €

Per fare un confronto, quando fai la tua ricerca in Italia per una ZOE a partire dal 2016, il sito autoscout24.it propone solo 19 risultati !

– ZOE Life – Carica normale – 11.2016 – 13.000 km – Prezzo di vendita in Italia : 15.500 €
– ZOE Life – Carica normale – 03.2017 – 18.000 km – Prezzo di vendita in Italia : 19.000 €

Non c’è bisogno di commentare !

• Noi gestiamo tutto ciò che è importante al tuo posto :

Una volta effettuata la scelta, gestiamo la transazione e le diverse procedure di importazione per te : le formalità amministrative, il rimpatrio dell’auto o ancora la prenotazione dell’assicurazione temporanea se la riporti in Italia su strada, l’ordine del tuo COC, la stipula del contratto di noleggio della batteria presso la DIAC ed eventualmente l’immatricolazione definitiva in Italia. Non avrai nulla di cui preoccuparti – dovrai soltanto pagare il costo del veicolo direttamente al venditore francese dopo che avremo fatto compilare un contratto a tuo nome.

Per maggiori informazioni e per indicarci i tuoi criteri di ricerca, contattaci al 02.218.043.98 oppure inviaci la tua richiesta tramite il form di contatto : Clicca qui.

 

I diversi modelli e optional della ZOE :

Al lancio della ZOE, la piccola elettrica è presentata in 3 versioni sui motori in carica «normale» (R240) o in carica «rapida» (Q210) :

– Allestimento « LIFE »
– Modello « ZEN »
– Allestimento « INTENS »

Nel 2017 arriva la nuova gamma chiamata «ZOE Gamma 2017». Vengono anche qui riproposte le 3 versioni già presenti sulla prima Zoe, ossia Life, Zen e Intens, più una versione detta “Edition One” disponibile unicamente al lancio. La nuova ZOE si distingue grazie alla targhetta «ZE40» presente sul bagagliaio posteriore. I motori cambiano con l’aggiunta di una nuova batteria 41 kWh :

–  “LIFE” (motore R75 in carica «normale» e Q90 in carica “rapida”)
–  “ZEN” (motore R90 in carica «normale» e Q90 in carica “rapida”)
–  “INTENS” (in carica «normale» e Q90 in carica “rapida”)

I cambiamenti riguardano dunque essenzialmente la capacità di autonomia, il design resta praticamente lo stesso.

Queste piccole auto sono particolarmente ben equipaggiate di serie, con numerosi optional disponibili – troviamo nella versione base della gamma “Life”: regolatore di velocità, GPS, clima automatico, 6 airbag… Nella versione “Zen” si trova addirittura il pomello del cambio e il volante in cuoio, i sensori di parcheggio posteriori, i cerchioni in alluminio e il Pack Take Care molto originale !

La piccola ZOE seduce sempre più automobilisti – lasciati tentare !! In questo caso contattaci, ci occupiamo di tutto per te !

Bolidem

Fonti :
Wikipédia
Renault 
Automobile-propre.com

Come si fa per acquistare una macchina in Austria?

comprare un'auto in austria
7 voto(i)

Tutto quello che devi sapere in 3 minuti !

In Austria :

In Austria il libretto si chiama “Part I & Part II” (o anche Zulassungsbescheinigung) e, come in Italia, si divide in due documenti. Quando un austriaco vende la sua auto, deve dare il “Part I & Part II” (libretto) all’acquirente con una fattura di vendita e anche il COC che forniscono sempre in Austria anche per le auto usate.
Come in Italia, l’auto deve essere radiata per esportazione per poterla in seguito immatricolare in Italia o in un altro paese UE.

Pensa anche al nostro servizio “Informazioni sul veciolo & Trattativa” per essere sicuro dello stato della macchina che vuoi comprare !

Transit :

In Austria puoi acquistare delle targhe di transito e portare via l’auto su strada.
Puoi anche chiederci la consegna a casa tua con bisarca.

Vedi il nostro servizio “Acquisto & Consegna

In Italia :

Ti devi presentare presso la tua agenzia auto con il libretto austriaco (Part I & Part II) con la radiazione, la fattura d’acquisto, il COC (Certificato di conformità) e la revisione per immatricolarla.

Tutto questo lo possiamo fare noi per te, perché ci appoggiamo su un’agenzia auto che tratta tanti veicoli d’importazione e le tempistiche saranno molto veloci !

Contattaci per saperne di più al 02.218.043.98 o via il nostro modullo di contatto cliccando qui.

Bolidem

Il furgone camperizzato o van attrezzato : un nuovo modo di viaggiare

7 voto(i)

Il mercato dei furgoni/van – I vantaggi e gli inconvenienti rispetto al camper – Dove acquistare il furgone più économico ?

Il furgone attrezzato, all’origine stessa del concetto di «camper» :

combi rosso
VW Combi

Dalla notte dei tempi, l’Uomo viaggiatore si sposta in carovana o in carro principalmente per commerciare con l’Oriente. Questo tipo di locomozione inizialmente usato a scopo commerciale è diventato in seguito un veicolo ricreativo. Dall’inizio del 20esimo secolo, i primi inventori, come il celebre Charles Louvet, fabbricano dei rimorchi autoportanti che permetteranno di dormirci, mangiarci e lavarsi. Si ricorda specialmente il «Carling-Home», esemplare unico, che testerà lui stesso percorrendo 12000 miglia. Il costo di fabbricazione è certamente smisurato all’epoca e si dovrà attendere qualche anno ed importanti modifiche e sviluppi prima che emerga un modello prodotto in maniera industriale il “combi” della Volkswagen negli anni 60/70. Questa ricerca permanente di miglioramenti segnerà poi il declino della roulotte o del caravan. Il bisogno di maggiore spazio e confort spingerà i costruttori a far evolvere il loro concetto per proporre alla fine alle famiglie una soluzione più compiuta e funzionale : il camper o campeggio fa la sua apparizione. Il modello più popolare all’epoca e che rimane tale anche oggi è il camper a “cappuccina”; la sua particolarità: la protuberanza situata sopra la cabina di guida che serve da cabina letto. Per questo è ideale soprattutto per uso familiare. La democratizzazione del camper avviene durante gli anni 80.
Da qualche anno, il furgone attrezzato torna di moda ; il furgone come lo conosciamo oggi è un caravan migliorato e adatto alle esigenze della nostra epoca.

Il mercato del furgone camperizzato: più che una moda, uno stile di vita a tutti gli effetti

È vero che oggi, c’è una vera recrudescenza verso tutto ciò che va verso il passato e che viene etichettato come «vintage» e ciò è vero anche nel campo automobilistico. Il ricorso al furgone attrezzato si impone oggi come un mercato a tutti gli effetti e non come una semplice moda.
Il furgone camperizzato sembra rubare mercato al mondo del campeggio, anche se non ha tuttavia la vocazione di sostituirlo. Ogni tipo di veicolo ricreativo risponde ad un bisogno e ad una certa maniera di praticare campeggio in generale. Certi camperisti si convertono al van attrezzato, tuttavia questa forma di turismo conta dei nuovi adepti che non sarebbero immaginabili in un camper classico. Infatti, il furgone attrezzato seduce una nuova clientela ringiovanita. Parallelamente all’abbassamento del prezzo del carburante, il dopo-crisi ha fatto emergere una clientela più giovane (50 anni), più dinamica, ma anche più esigente. Si tende a dire che il furgone attrezzato è alla fine un camper di tendenza o alla moda.

Campeggio VS Furgone attrezzato : quali sono i vantaggi e gli inconvenienti di viaggiare in un Van attrezzato ?

Molti viaggiatori optano per un furgone attrezzato rispetto ad un campeggio essenzialmente per l’aspetto «passe-partout», la discrezione e la polivalenza di utilizzo ; al contrario gli irrinunciabili camperisti che preferiscono più confort, funzionalità e optional.

Quali sono le buone ragioni che spingono gli appassionati del van attrezzato ?

Compattezza e manovrabilità : il furgone o van attrezzato supera raramente i 6m di lunghezza, facilitando specialmente la circolazione in città, il parcheggio e la manovrabilità. Supera spesso anche le barriere d’altezza all’entrata dei parcheggi. Allo stesso modo una donna si immaginerà più facilmente nel manovrare un furgone invece che un camion grazie alla sua facilità di guida. Alcuni lo considerano in strada alla stregua di una berlina !

Polivalenza : uno dei vantaggi più importanti di un furgone attrezzato è la sua polivalenza che lo rende un veicolo plurifunzionale. È tra l’altro l’aspetto che seduce un buon numero dei giovani di oggi. Si potrà usarlo quotidianamente e anche servirsene come veicolo tradizionale per andare a fare spesa, andare a prendere i figli a scuola o partire per un weekend o una vacanza in famiglia.

La mentalità : il van attrezzato veicola un’immagine di libertà e di spontaneità. Contrariamente al camper, sul furgone si ritrovano delle grandi aperture che permettono di essere in contatto permanente con la natura.

Consumo ragionevole : il van o il furgone attrezzato moderno registra dei consumi ragionevoli inferiori ai 10L/100 nonostante delle performance in crescita.

Meno costosi che un camper classico : il furgone è diventato oggi accessibile alla maggioranza. I costruttori propongono dei prodotti da 30.000€ invece dei 45.000€ per un camper profilato.
Si trovano inoltre delle soluzioni pratiche e ingegnose che permettono di ottimizzare lo spazio e consentire dei posti letto supplementari al minimo costo. Il furgone è modulabile e potrà adattarsi ad ogni esigenza e budget. Si trovano inoltre numerosi artigiani che lavorano “su misura” adattando le strutture soprattutto nei veicoli utilitari.

Da quali svantaggi sono frenate alcune persone ?

Mancanza di confort : malgrado gli si attribuisca il comportamento su strada di una berlina, i furgoni restano dei veicoli più pesanti rispetto ad uno classico. D’altra parte, le sospensioni e l’asse a volte rigido non favoriscono sempre la tenuta di strada e la comodità. Il confort sarà inoltre inferiore comparato con quello di un camper studiato per «tagliare la strada».

Spazio ridotto : i furgoni dispongono ovviamente di meno spazio vitale rispetto ai camper e la circolazione sarà meno semplice.

Isolamento : le finiture saranno spesso meno fini rispetto ad un camper dove sono usati deli isolanti efficaci e ci si potrà sentire forse più freddo in inverno.

Avrai capito, i vantaggi e gli svantaggi sono relativi a seconda che si privilegi il confort o al contrario la praticità. Il furgone risponde ad attese specifiche e si indirizza ad una clientela mirata forse un po’ più sedentaria di quella degli irrinunciabili camperisti.

Dove comprare il mio furgone camperizzato al minor costo ?

Se cerchi un furgone attrezzato usato, così come per un veicolo classico, avrai molte possibilità di trovarlo all’estero, specialmente in Germania, che è tra i paesi più fedeli ai veicoli ricreativi come il furgone. L’offerta è nettamente più importante rispetto all’italia e i prezzi più interessanti.

Ecco qualche esempio di annuncio reperito in internet :

VW T5 Multivan California Beach 2.5 TDI (90 annunci in Germania VS 0 annunci in Italia)
– Germania: 2006 – 99.700 km – cucina, posti letto …: 19.900€
– Germania: 2010 – 189.000 km – equipaggiato – cabina letto sul tetto: 26.890€

Mercedes VIANO Marco Polo con il tetto con letto retrattile (30 annunci in Germania VS 5 annunci in Italia)
– Italia (autosalone): 2010 – 125.000 km – 33.500€
– Germania (concessionaria): 2009 – 250.000 km – 17.990€

VW T3 Westfalia (8 annunci in Italia VS 13 in Germania)
– Versione Joker Westfalia – Italia (privato): 1986 – 266.000 km – 16.000€
– Versione Joker Westfalia – Germania (concessionaria): 1986 – 170.000 km – 9.900 €

La buona soluzione per i tuttofare o i furbetti

Ancora una volta, l’acquisto di un furgone per partire per un weekend o in vacanza non è limitato ad una classe sociale. È un sogno accessibile a tutte le tasche se si tiene conto del fatto che si potrà optare per importare un furgone grezzo senza allestimenti particolari e in seguito, ad esempio, optare per organizzarsi da soli effettuando le istallazioni desiderate. Ciò permette di strutturare il proprio van come lo si desidera ed eseguendo le spese in base al proprio budget. È certamente il modo più economico per affrontare il tema.

Se non si è dei tuttofare ?? Potrai allora acquistare il tuo veicolo e poi domandare ad un artigiano specializzato di apportare gli allestimenti desiderati. Infatti, diverse aziende specializzate hanno notato oggi questa nuova moda del furgone attrezzato. Troverai in questo mercato soprattutto l’azienda overcar –  furgonicamperizzati.  o oppure novacamper.

Attenzione ad informarti bene in anticipo per l’omologazione del veicolo in Italia. Bisogna essere sicuri di poter correttamente far immatricolare il proprio furgone attrezzato presso la Motorizzazione italiana.

Come importare il mio furgone, combi, van attrezzato ?

Il processo di importazione è lo stesso che tu importi e un furgone dalla Germania, dall’Austria, dai Paesi Bassi o altro. Il modo più economico sarà di andare a ritirare direttamente il veicolo presso la concessionaria con delle targhe di transito dopo averlo pagato – Considera circa 130€ per le targhe di transito valide 5 giorni. Potrai sennò scegliere di fartelo consegnare da un trasportatore.

Facilita la tua vita e lasciaci gestire la tua importazione. Proponiamo 2 formule :
Formula ECO : gestiamo l’importazione, le procedure amministrative e burocratiche – vai tu stesso a prendere il furgone sul posto.
Formula PREMIUM : gestiamo l’importazione, le procedure amministrative e burocratiche – ottieni un’immatricolazione provvisoria francese che ti permette di ricevere il veicolo in Italia – un trasportatore professionista assicurato ti consegna il van tramite bisarca.

Consulta i nostri servizi

Il grande vantaggio : il nostro trasportatore partener è specializzato nel trasporto di camper – dispone quindi di bisarche speciali adatti per questo genere di trasporti.

Quali procedure resteranno da effettuare una volta il veicolo importato in Italia ?

Passaggio al controllo tecnico : se il vostro veicolo ha più di 4 anni dovrai effettuare un controllo tecnico a meno che il venditore straniero non ti rimetta un CT recente con il rapporto.
Andare in un’agenzia di pratiche auto o alla motorizzazione ad effettuare l’immatricolazione con i documenti seguenti : – Fattura d’acquisto originale – Libretto di circolazione – COC (certificato di conformità) – Documento d’identità dell’acquirente – Giustificativo di residenza – Ultima revisione

Comprare un’auto usata in Francia – Come si fa ?

35 voto(i)

Comprare un’auto usata in Francia, i vantaggi del mercato francese

Il mercato francese, con circa 45 milioni di veicoli, è uno dei mercati più interessanti in Europa. Per quello che riguarda le marche, la Francia offre una gamma di opportunità molto ampia sulle : Renault, Peugeot, Citroen e Dacia. Ma non solo, i prezzi possono anche essere vantaggiosi su tutta la gamma dei 4×4 e sulle auto d’epoca (c’e ne sono tante in Francia) delle marche inglese (MG, Lotus, Jaguar), italiane (Fiat, Alfa Roméo, Lancia) e tedesche (VW, BMW, Mercedes, Porsche).

Quanto costa l’importazione di un’auto usata dalla Francia ?

Come abbiamo già visto, si può trovare l’auto dei suoi sogni in Francia, ma alla fine, quanto costa realmente comprare la propria auto usata in Francia ?

Se dovessi decidere di affidarci l’importazione della tua futura auto francese, il servizio « Informazioni sul veicolo & trattativa », che ti permetterà di avere le informazioni sull’auto, la copia dei documenti (libretto di circolazione e libretto tagliandi) e il prezzo contrattato ottenuto, ti costerà 19€ la ” visura ” a un costo di 29€.
Sottoscrivendo il nostro servizio ” Acquisto & Consegna – Eco ” a 499€ potrai andare a prendere personalmente l’auto in Francia presso il venditore. Prima di questo non dovrai fare nient’altro che pagare l’auto tramite bonifico direttamente al concessionario. Ci occupiamo di tutto il resto per te, dalla richiesta del contratto di vendita fino all’appuntamento per il ritiro finale. La targa di transito non è necessaria in Francia perché i francesi lasciano le targhe sulla macchina, te ne potrai dunque tornare a casa via strada con l’immatricolazione francese. Spenderai perciò la somma di 547€ alla quale dovrai aggiungere le spese per lo spostamento.

Rimpatriare un’auto usata acquistata in Francia, come fare ?

Il modo più economico e più semplice per rimpatriare un’auto usata francese è andare a prenderla direttamente in Francia, e fare la strada di ritorno con l’immatricolazione francese.
Per una maggiore comodità puoi optare per il nostro servizio « Acquisto & Consegna – Premium » con consegna a domicilio su tutto il territorio italiano. Possiamo anticipare l’immatricolazione italiana prima della consegna.

Quali sono i documenti che ti deve dare il venditore francese ?

In Francia il libretto (“Carte Grise”) include anche il nostro CDP (certificato di proprietà), ogni auto ha dunque un solo documento invece che i due previsti in Italia. Quando un francese vende la sua auto, deve firmare la “Carte Grise” (libretto) e scrivere anche la data e l’ora di vendita. Le due parti, venditore e acquirente, devono riempire il documento “certificat de cession” (atto di vendita) tra privati, perché se il venditore è un professionista, allora emette una fattura. E non si deve fare altro, in Francia tutto si risolve tra le due parti della compravendita.

Prima di acquistare, è necessario assolutamente fare una “visura, per essere sicuri che l’auto non sia rubata e non abbia gravami, il risultato si ottiene in 2 ore.
Pensa anche al nostro servizioPerizia auto” per essere sicuro dello stato della macchina che vuoi comprare !

Bisogna pagare l’IVA in Italia quando si acquista un’auto in Francia ?

La maggior parte dei venditori francesi ti venderanno il veicolo Iva Inclusa in quanto lo acquisti da privato. Se lo acquisti a nome di un’azienda è possibile farlo tasse escluse, da valutare con il tuo commercialista. Se l’auto ha meno di 6 mesi e meno di 6000 km l’agenzia delle entrate ti domanderà automaticamente di pagare l’IVA sull’auto appena acquistata in Francia.

Quali sono i documenti per immatricolare un’auto usata acquistata in Francia

  • Fattura d’acquisto originale
  • Libretto di circolazione francese : Carte Grise
  • Documento d’identità dell’acquirente
  • Giustificativo di residenza
  • COC (certificato di conformità)
  • Registrazione digitale della vendita

 

 

Perizia Auto : indispensabile prima di acquistare!

11 voto(i)

Hai visto una vettura che ti interessa su internet ? Hai già tutte le informazioni che vuoi, hai magari sfruttato il nostro servizio “Informazioni sul veicolo & Trattativa” e adesso vuoi comprare ? Sì, ma senza vederla : NO.

Se non ti puoi spostare o mandare un amico che se ne intende di meccanica, pensa al nostro servizio : “Perizia Auto“.

Siamo Partner con un gruppo mondiale che esiste dal 1866 ! Hanno dei periti in tutto il mondo e sono in grado di mandare un perito dal venditore dell’auto che vuoi comprare molto rapidamente, in modo da avere un rapporto completo, in 2 a 5 giorni lavorativi secondo il paese , con più di 50/60 foto.

Proponiamo inoltre una perizia speciale per i veicoli d’epoca, con messa sul ponte per foto sottoscocca, ricerca ruggine e anche “Matching Number” (controllo dei tre numeri : telaio, cambio, motore).

Così conoscerai lo stato reale e completo dell’automobile prima di decidere di comprarla o meno.

Vedi questo servizio in dettaglio : “Perizia Auto“.

Comprare una Moto BMW in Germania

20 voto(i)

Comprare una moto BMW direttamente in Germania, è conveniente, come fare ?

Iniziamo con lo stato generale delle moto BMW in Germania : possono avere un po’ più di chilometri, in quanto i tedeschi guidano molto, ma le troverete vendute in concessionaria, soprattutto BMW, generalmente con un’ottima manutenzione e uno storico dei tagliandi che “certifica il chilometraggio”.
Lo stesso vale per gli equipaggiamenti, hanno di solito una dotazione molto ricca in quanto i tedeschi non rinunciano agli optional, ABS e Navi sono ad esempio frequenti. Ultimo punto, è molto facile trovare il modello di moto BMW che si cerca venduta da una concessionaria moto BMW in Germania, poiché l’offerta è vasta e le concessionarie molto numerose. Potrete perciò trovare una moto in ottimo stato con un libretto tagliandi aggiornato e garantito BMW valido in Europa.

Una moto BMW costa meno in Germania che in Italia ?

Il mercato delle moto BMW in Germania è effettivamente più interessante rispetto all’Italia. Prima di tutto è molto più concorrenziale poiché l’offerta è più vasta. Inoltre, trattandosi del paese produttore, i prezzi sono più interessanti, proprio come per i marchi di automobili Audi, BMW, Mercedes, Opel o Porsche.
I prezzi per i modelli più datati (2008/2009) sono in linea con quelli italiani. Invece, le differenze di prezzo sono molto evidenti sulle moto recenti, specialmente dopo il 2014 :

Qualche esempio (le ricerche seguenti sono state effettuate sul sito : autoscout24.it

BMW R1200 GS del 2014 con 20 000 KM max: Italia 76 proposte VS Germania 105 proposte
Italia : Commerciante moto – Moto del 2014 con 16 000 Km ABS Prezzo : 15 300€
Germania : Concessionaria BMW – Moto del 2014 con 17 870 Km ABS e Navi Prezzo : 13 400€
Risultato : una moto con il Navi e venduta da una concessionaria BMW e 1 900€ in meno

BMW R 1200 RT 2015 – 10 000 KM max :
Italia : Commerciante moto – BMW R1200RT del 2016 con 10 600 Km Prezzo : 18 900€
Germania : Concessionaria BMW – BMW R1200RT del 2015 con 7 850 KM ABS – Prezzo : 16 690€
Risultato : una moto quasi identica, venduta con garanzia da una concessionaria BMW a 2 200€ in meno

Quanto costa l’importazione d’una moto BMW di Germania ?

Queste differenze di prezzo sono allettanti, ma alla fine, quanto costa realmente acquistare la propria moto BMW in Germania? Bella domanda – facciamo il punto della situazione :

Se deciderai di affidarci l’importazione della tua futura BMW, cosa che ci piacerebbe ovviamente :), il servizio «Informazioni sul veicolo & trattativa» a 19€, ti permetterà di avere le informazioni sulla moto, la copia dei documenti (libretto di circolazione e libretto tagliandi) e il prezzo contrattato.

In seguito, il nostro servizio “Acquisto & Consegna – ECO”  a 499€ ti permetterà di andare a prendere la moto in Germania presso il venditorenon dovrai fare altro che pagare la moto tramite bonifico direttamente al concessionario. Ci occupiamo di tutto, dalla richiesta del contratto alla prenotazione delle targhe di transito, fino all’appuntamento per il ritiro finale della moto. La targa di transito sarà da aggiungere per circa 120€, assicurazione inclusa. Arriveremo perciò alla somma di 638€ alla quale dovrai aggiungere le spese per il tuo spostamento. Se si guarda il paragrafo precedente ci si rende conto che le differenze di prezzo/optional sono tali che l’importazione resta nettamente più interessante sul piano economico.

Rimpatriare una moto BMW acquistata in Germania, come fare ?

Il modo più semplice e più economico per rimpatriare una moto dalla Germania è andare a prenderla direttamente con una targa di transito tedesca, valida 5 giorni (la targa rossa permette di circolare anche in Italia) per un prezzo di circa 120€. Ciò ti permetterà anche di fare un bel test della tua nuova moto percorrendo la strada del rientro !

Quali sono i documenti che il venditore tedesco deve darti ?

Il libretto tedesco si chiama ” Zulassungsbescheinigung ” o anche “Teil I & Teil II”. Questa carta di circolazione si presenta in due parti. Il venditore tedesco deve darti le due parti del libretto di circolazione accompagnate da una fattura di vendita a tuo nome. La moto deve poi essere radiata come in Italia, Belgio o Lussemburgo. Questa procedura è indispensabile per poterti poi immatricolare in Italia o in un altro paese.

Si deve pagare l’IVA quando si compra una moto BMW in Germania ?

In generale i venditori tedeschi ti venderanno la moto Iva inclusa se sei un privato. Se lo acquisti a nome di un’azienda è possibile farlo tasse escluse – da valutare direttamente con il tuo commercialista. Unico scenario in cui bisogna acquistare tasse escluse : la moto ha meno di 6 mesi e di 6000km – lo Stato italiano ti domanderà allora automaticamente di pagare l’IVA sulla moto BMW appena acquistata in Germania.

Documenti necessari per immatricolare in Italia una moto BMW comprata in Germania

– Documento d’identità dell’acquirente
– Giustificativo di residenza
– Fattura di vendita
– Libretto di circolazione tedesco radiato (Zulassungsbescheinigung – “Teil I & Teil II”) con revisione regolare
– COC (certificato di conformità)

 

Comprare auto usata in Germania : Audi, BMW, Mercedes, Mini, Opel, Porsche

78 voto(i)

Comprare un’auto usata in Germania, i vantaggi del mercato tedesco

Il mercato tedesco, con circa 62 milioni di veicoli, offre una gamma di opportunità molto ampia. I tedeschi sono dei grandi viaggiatori, quindi si trova un chilometraggio medio un po’ più alto rispetto a l’Italia. Effettuano un’ottima manutenzione delle loro auto ed è molto più frequente trovare macchine con più di 5 anni con uno storico di tagliandi realizzato dalla casa madre rispetto agli altri paesi.
Lo stesso discorso vale per gli optional, le auto tedesche sono spesso molto ben equipaggiate.
Ultimo punto, è molto facile trovare il modello di auto usata che si cerca venduta da una concessionaria tedesca (ci riferiamo qui a marchi tedeschi) poiché l’offerta è vasta e le concessionarie molto numerose, di conseguenza per te un veicolo in buono stato con un libretto tagliandi aggiornato e garantito dal costruttore valido in Europa.
È infatti su questi marchi tedeschi : Audi, BMW, Mercedes, Mini, Opel e Porsche che sono proposti i migliori affari.

Un’auto usata costa veramente meno in Germania che in Italia ?

Il mercato delle auto usate in Germania è effettivamente più interessante rispetto all’Italia. A parte il fatto che l’offerta è più vasta e quindi più concorrenziale, specialmente per quanto riguarda le auto di marca nazionale, è anche più frequente interessarsi principalmente alla Germania quando si desidera acquistare una BMW, una Mercedes o una Porsche rispetto a quando si cerca una Fiat o una Lancia…

Ecco degli esempi a questo proposito (ricerche effettuate sul sito ” autoscout24.it” : 
BMW X6 Diesel del 2010 con 100 000 KM max : Italia 326 annunci VS Germania 510 annunci
Italia : Commerciante Auto – 2010 con 88 000 KM – Prezzo: 31 900€
Germania : Concessionaria – 2010 con 98 000 KM – Navi, Xenon, interni in pelle – Prezzo : 27 900€
Risultato : un’auto quasi identica ma con 4 000€ in meno

BMW Mini Cooper D del 2015 con 60 000 KM max
Italia : Commerciante auto – 2015 con 26 000 KM – Prezzo : 17 200€
Germania : Concessionaria BMW – 2015 con 39 900 KM, con tetto Panoramico – Prezzo : 14 600€
Risultato : un’auto quasi identica ma venduta dalla concessionaria BMW con 2600€ in meno. Vale la pena di spostarsi !

Quanto costa l’importazione di un’auto usata dalla Germania ?

Le differenze di prezzo sono attraenti, ma alla fine, quanto costa realmente comprare la propria auto usata in Germania ?

Se dovessi decidere di affidarci l’importazione della tua futura auto, cosa che ci farebbe molto piacere, il servizio «Informazioni sul veicolo & trattativa», che ti permetterà di avere le informazioni sull’auto, la copia dei documenti (libretto di circolazione e libretto tagliandi) e il prezzo trattato ottenuto, ti costerà 19€. Sottoscrivendo il nostro servizio “Acquisto & Consegna – Eco” a 499€ potrai andare a prendere personalmente l’auto in Germania presso il venditore. Prima di questo non dovrai fare nient’altro che pagare l’auto tramite bonifico direttamente al concessionario. Ci occupiamo di tutto il resto per te, dalla richiesta del contratto di vendita alla prenotazione delle targhe di transito per il tuo rientro, fino all’appuntamento per il ritiro finale. La targa di transito costa circa 120€. Spenderai perciò la somma di 638€ alla quale dovrai aggiungere le spese per lo spostamento. Se si toglie questa somma dal guadagno realizzato (vedere paragrafo precedente) ci si rende conto che il gioco vale la candela e che alla fine ci si trova con un’auto meglio equipaggiata, garantita dal concessionario legato al marchio, e avendo realizzato un buon risparmio.

Rimpatriare un’auto usata acquistata in Germania, come fare ?

Il modo più semplice e più economico per rimpatriare un’auto usata tedesca è andare a prenderla direttamente con una targa di transito tedesca, valida 5 giorni (la rossa permette di circolare anche in Italia) per un prezzo di circa 120€, assicurazione compresa.
Per una maggiore comodità puoi optare per il nostro servizio «Acquisto & Consegna – Premium» con consegna a domicilio su tutto il territorio italiano. Possiamo anticipare l’immatricolazione italiana prima della consegna.

Quali sono i documenti che ti deve dare il venditore tedesco ?

Il libretto di circolazione in Germania si divide in due parti e si chiama ” Zulassungsbescheinigung ” o “Teil I & Teil II“. Il venditore tedesco deve darti le due parti del libretto di circolazione accompagnate da una fattura di vendita a tuo nome con numero di serie e chilometraggio. L’auto deve poi essere radiata dai registri della motorizzazione tedesca, come avviene anche in Italia. Questa procedura è obbligatoria per poterti poi immatricolare in Italia o in un altro paese. Nella maggior parte dei casi ti forniranno anche il COC del veicolo (Certificato di conformità europeo).

Bisogna pagare l’IVA in Italia quando si acquista un’auto in Germania ?

La maggior parte dei venditori tedeschi ti venderanno il veicolo Iva Inclusa in quanto lo acquisti da privato. Se lo acquisti a nome di un’azienda è possibile farlo tasse escluse, da valutare con il tuo commercialista. Se l’auto ha meno di 6 mesi e meno di 6000km l’agenzia delle entrate ti domanderà automaticamente di pagare l’IVA sull’auto appena acquistata in Germania.

Quali sono i documenti per immatricolare un’auto usata acquistata in Germania

– Fattura d’acquisto originale
– Libretto di circolazione tedesco (le due parti) Zulassungsbescheinigung – “Teil I & Teil II” con la revisione regolare
– COC (certificato di conformità)
– Documento d’identità dell’acquirente
– Giustificativo di residenza

Per informazioni supplementari, consultare il nostro articolo : “Comprare un’auto in Germania

Automobile d’importazione : COC (certificato di conformità) obbligatorio ?

13 voto(i)

Ti stai chiedendo se è obbligatorio presentare un COC (certificato di conformità/omologazione) per immatricolare in Italia un veicolo d’importazione ?

SÌ, e in tutti i casi, che l’auto abbia qualche mese di vita o che si tratti di un veicolo d’epoca.
Il COC (certificato di conformità) è richiesto dall’ACI per l’immatricolazione italiana dell’auto d’importazione per sapere esattamente di che modello si tratta e per avere sicurezza che l’auto sia in conformità con la legge europea.

Puoi ordinarlo direttamente sul sito del nostro Partner : EUROCOC  oppure chiedere a noi !

8 consigli per importare correttamente la tua auto usata

8 voto(i)

Quando si guardano alcuni annunci di vendita di auto usate su Internet in un altro paese sembra di sognare !! Ti piacerebbe saperne di più per valutare un acquisto! Perché non buttarti e approfittare anche te dei numerosi buoni affari presenti? Ti incoraggerei con piacere, ma seguendo alcune regole di buon senso e di prudenza… Ecco qualche consiglio che ti permetterà di guadagnare tempo concentrandoti sull’essenziale di non fare errori o addirittura di comprare l’auto dei tuoi sogni in buone condizioni…

1. Scelta degli annunci : vai su siti affidabili e conosciuti come autoscout24.it che è il sito più conosciuto in Italia ; funziona inoltre da piattaforma europea, ci troverai infatti gli annunci dai seguenti paesi : Germania, Austria, Belgio, Spagna, Francia, Italia, Lussemburgo e Olanda – è anche la lista dei paesi per i quali proponiamo i nostri Servizi – Bisogna selezionare il paese desiderato per la propria ricerca in «Ricerca avanzata». Il 2° sito più fornito è automobile.it, il problema tuttavia è quello che bisogna andare appositamente sulla versione del sito nella quale si desidera cercare il proprio veicolo perché, contrariamente ad Autoscout24.it, non è possibile selezionare la propria ricerca in altri paesi d’Europa!! Strano ma vero… – il suo equivalente in Germania è mobile.de, in Francia è automobile.fr…

2. Seleziona gli annunci che ti sembrano seri. Su autoscout24.it puoi utilizzare una traduzione automatica degli annunci in italiano – ciò permette di vedere la lista degli optional e anche se il venditore menziona uno dei tagliandi certificati. Attenzione a privilegiare gli annunci con tagliandi certificati. La traduzione di «Tagliandi certificati» è «Scheckheftgepflegt / servicebuch / Scheckheft » in tedesco e “entretien suivi” in francese.

3. Preferisci gli annunci dei venditori professionisti rispetto a quella dei venditori privati. È più sicuro aver a che fare con una realtà strutturata e di cui si può verificare l’esistenza, su internet in qualche click, piuttosto che qualcuno che mette un annuncio e di cui sarà difficile ottenere informazioni serie. Inoltre i venditori professionisti, sia su Google sia sui siti di annunci, sono spesso recensiti, ciò vi darà un’idea della loro maniera di lavorare.

4. Modera le aspettative ! Se desideri trovare la perla rara, sappi che nella maggior parte dei casi dovrai cedere ad uno o due compromessi; infatti i buoni affari (i veri, perciò : auto in buone condizioni, con storico dei tagliandi e prezzi interessanti) non si presenteranno in gran numero per il modello che cerchi.

5. Quando ricevi una relazione in seguito all’acquisto di un servizio raccolta informazioni e contrattazione”, chiamaci per ottenere il nostro punto di vista sul venditore e fare il punto.

6. Il certificato di visura è indispensabile prima di impegnarvi. Anche se decidi di effettuare da solo tutta l’importazione, fai una Visura, ciò ti permetterà di sapere se l’auto che desideri comprare appartiene effettivamente al venditore, se presenta pegni o ipoteche. Attenzione : servizio non disponibile per certi paesi come la Germania o l’Austria dove le informazioni amministrative appaiono sul libretto di circolazione. Inoltre, il nostro servizio include una verifica del RCS del venditore e del suo numero di partita IVA.

7. Non comprare auto a distanza senza averla vista e testata, di persona sul posto oppure passando per il nostro servizio “Perizia Auto”. Questo servizio ti permetterà di prendere la tua decisione conoscendo lo stato generale del veicolo. Ti permette inoltre di verificare che l’auto esista veramente e anche il venditore !

8. Passa per un importatoreBolidem ad esempio !!  😉 Infatti le incomprensioni linguistiche, le verifiche dei documenti stranieri, i problemi di IVA, le procedure amministrative straniere e italiane ed altro… possono rapidamente trasformare il tuo sogno in un incubo. Affidando a noi il tuo progetto di importazione di auto eviterai le scartoffie e potrai beneficiare dei nostri preziosi consigli… A tua disposizione 🙂