Comprare un’auto in Germania: È conveniente? Come si fa?

208 voto(i)

Norme, documenti, garanzie e costi : tutto quello che c’è da sapere per chi vuole acquistare un’auto in Germania

 

La Germania è da sempre IL riferimento in materia in importazione di auto; quello tedesco è considerato come il più grande mercato di automobili d’Europa.

L’importazione si è democraticizzata…
Oggi questa pratica non è più riservata a persone incoscienti o imprudenti come si sarebbe potuto pensare in passato o esclusivamente riservata ai professionisti nel campo automobilistico. L’importazione è diventata, di regola generale e per qualsiasi paese coinvolto, un processo diffuso e frequente. Comprare un’auto usata in Germania è diventata una vera moda, tanto per i concessionari quanto per i privati. Tanto di più con il moltiplicarsi dei motori di ricerca (ilparking.it, oyyoo.com) che individuano annunci nel mondo intero – o con siti molto conosciuti come Autoscout24.it o Automobile.it che permettono di effettuare delle ricerche in tutta Europa e specialmente in Germania. È pertanto molto più facile confrontare i prezzi sul mercato e notare i risparmi che si potrebbero avere su alcuni modelli, soprattutto in Germania.

Quali sono i modelli interessanti in Germania :
Ogni paese ha le sue particolarità che spiegano perché alcuni modelli o gamme di veicoli siano più convenienti di altri. Se cerchi un’auto diffusa e molto richiesta in Italia come la Golf o l’Audi A3, bisognerà concentrarsi su modelli recenti, di meno di 4 anni, per constatare una differenza di prezzo tra la Germania e l’Italia, differenza che sarà comunque molto leggera senza contare le spese di importazione da aggiungere. Oltre questi 4 anni il risparmio sarà ridottissimo o quasi inesistente.
Si deve allora salire di gamma e di prezzo per approfittare dei vantaggi dell’importazione e ciò tanto di più per i modelli di marca tedesca. Infatti, per quanto riguarda il mercato delle auto di alta gamma, la Germania è un vero eldorado vista l’offerta davvero considerevole per questo tipo di auto. Si constatano in media delle oscillazioni di prezzo tra l’Italia e la Germania che vanno dal 10% al 30%, arrivando in alcuni casi al 40%. La sola piccola difficoltà è quella di comparare dei modelli equivalenti sapendo che le nomenclature delle versioni non sono sempre identiche tra un paese e l’altro. In questo caso, puoi guardare nello specifico ciascun optional oppure fare ricorso al VIN (Numero di telaio) decoder.

Esempi individuati sul sito Autoscout24 (Germania) e confrontati sul sito Autoscout4.it (Italia) :
BMW X6 Drive 30d :
 Italia: 2013 – 112.000 km, venduta da un concessionario d’auto al prezzo di 39.900 €
 Germania: 2013 – 91.200 km, venduta da BMW al prezzo di 35.700 €
Risparmio osservato superiore al 10% per un veicolo con meno chilometri e venduto da un concessionario BMW.
 Altra osservazione : per una stessa ricerca, ci sono 5 volte più risultati in Germania che in Italia.

– AUDI A6 Avant 2.0 TDI Quattro Stronic :
 Italia : 2017 – 2.800 km venduta da un salone multi-marca al prezzo di 57.900 €
 Germania : 2017 – 4.500 €, venduta da AUDI al prezzo di 46.850 €
Risparmio osservato quasi del 25%
 Altra osservazione: per una stessa ricerca, c’è un annuncio in Italia per 257 annunci in Germania.

Per quanto riguarda le auto di marca italiana, il mercato resta ovviamente più interessante in Italia che in Germania. Ecco un esempio :
– ALFA ROMEO Giuletta 1.6 JTDM :
 Italia: 2016 – 37.000 km venduta al prezzo di 15.300 €
 Germania: 2016 – 42.421 km venduta al prezzo di 16.250 €
 Nessun risparmio sulle auto di marca italiana e più annunci in Italia che in Germania.

Mandatario obbligatorio o potete cavarvela da soli per importare un’auto ?
Fino ad oggi, il metodo più usato era quello di affidarsi ad un intermediario automobilistico oppure di comprare la propria auto presso una concessionaria specializzata nell’importazione. Questi professionisti acquistano a loro nome per rivendere le auto importate ai clienti italiani, tuttavia prelevano al passaggio una commissione piuttosto elevata che renderà alla fine l’affare meno buono. Ma questo modo di fare è superato ! Con l’eliminazione delle frontiere e delle barriere doganali e soprattutto con l’esplosione di internet, vera fonte di informazioni, è ora diventato più facile per un privato importare in maniera più autonoma e quindi risparmiare di più ! Si tratta però sempre di un acquisto a distanza e deve perciò rispettare certe regole per non rischiare una truffa o un cattivo acquisto. Prima di tutto, durante la ricerca di un’auto via internet, è importante concentrarsi sugli annunci pubblicati da concessionari o da saloni multi marca con uno stock e buone recensioni. Inoltre, se cercate un’auto usata, bisogna selezionare i veicoli con uno storico delle manutenzioni.

Per evitare brutte sorprese, lasciati accompagnare da noi durante tutto il processo di importazione della tua auto : consulta i nostri servizi.

Quali sono i migliori siti sui quali fare le proprie ricerche per le auto :

autoscout24.it : Si tratta di uno dei siti più utilizzati attualmente. Questo sito è stato tra l’altro creato in Germania, ma oggi è tradotto in diverse lingue. È un portale europeo ; il vantaggio di questo sito, oltre al fatto che contiene moltissimi annunci e quindi una scelta molto vasta, è la possibilità di selezionare i paesi nei quali si desidera estendere la propria ricerca – potrai perciò selezionare il paese di ricerca “Germania” (selezionare “Ricerca avanzata” poi “Paesi”).

mobile.de : questo sito è la versione tedesca del sito automobile.it. Si tratta di uno dei più importanti ed affidabili siti internet per la ricerca di veicoli a motore. Così come il suo collega Autoscout24, è molto fornito e ci si trovano spesso annunci visti anche su Autoscout24. La sola restrizione è che nella versione italiana non è proposta la ricerca estesa ad atri paesi europei; è necessario visitare il sito tedesco e perciò in lingua tedesca, per trovare un’auto in Germania.

webauto.de : si tratta di un sito tedesco che è tradotto in tre diverse lingue tra cui l’italiano. Questo sito è meno conosciuto dei suoi colleghi, ma comunque ben fornito.

UTILE per te : Per chi lo desidera proponiamo un aiuto nella ricerca dei veicoli del mercato europeo e in particolare per il mercato tedesco. Ti basta riempire un piccolo questionario – riceverai entro 24 ore una lista di auto selezionate corrispondenti ai tuoi criteri di ricerca. Clicca qui !

Come rimpatriare la propria auto acquistata in Germania :
Semplice e sicuro : la targa di transito
Contrariamente all’Italia dove il processo di importazione per uno straniero che acquista un’auto è molto complesso, andare a prendere la propria auto in Germania è molto facile, per la semplice ragione che è possibile andare a prendere il proprio veicolo personalmente in concessionaria con una targa di transito.
Maggior comfort e a volte meno caro : la consegna a domicilio.
Hai certamente la possibilità di far ricorso alla consegna a domicilio con un trasportatore professionista. Questa soluzione è senza dubbio la più sicura e la meno difficoltosa. Alcune persone temeranno di dover spendere di più per far rimpatriare la propria auto su camion, bisogna però fare i giusti calcoli perché non è sempre così se si considera il costo della benzina, della dogana, di un eventuale hotel sul posto e tutte le spese annesse se si va a prendere personalmente l’auto in Germania, allora il costo del trasporto si rivela a volte meno elevato in base a dove si trova l’auto in Germania.

Domanda un preventivo personalizzato per la gestione dell’importazione con consegna a domicilio : clicca qui ! 

L’ importante è poter scegliere, è sicuramente così quando si compra un’auto in Germania. In entrambi i casi però attenzionebisogna precedentemente aver ben inquadrato la vendita : in primo luogo essere d’accordo sui termini del contratto e averlo controllato attentamente prima di firmarlo; in secondo luogo stabilire con il venditore che ti prepari le targhe di transito adatte per il giorno in cui desiderate ritirare il veicolo. È vero che la barriera linguistica potrebbe essere un freno e dare luogo a seri problemi se la comunicazione dovesse essere difficile e i termini di vendita affrontati in maniera superficiale. La soluzione : chiama un intermediario che ti fatturi soltanto i suoi servizi e non una commissione importante come quando si usufruisce di un mandatario automobilistico.

Scopri il nostro servizio in 4 tappe per un quadro personalizzato della tua importazione di auto : Come funziona ? Clicca qui !    –    I nostri servizi : Clicca qui !

Quale è la procedura per immatricolare un veicolo importato dalla Germania :
Ci sono due possibilità :
1/ Solitamente è possibile rivolgersi allo Sportello Telematico dell’Automobilista (STA) per immatricolare e iscrivere al PRA un veicolo nuovo o usato importato in Italia da un Paese dell’UE
2/ Altrimenti è possibile recarsi presso l’Ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC) per le necessarie verifiche sull’idoneità della documentazione tecnica e sulla regolarità degli adempimenti fiscali (con particolare riguardo all’assolvimento degli obblighi IVA). Poi, dopo le verifiche preliminari presso l’UMC, si può richiedere l’immatricolazione all’UMC e l’iscrizione del veicolo in Italia al PRA entro 60 giorni dalla consegna della carta di circolazione.

Documenti da presentare :
fotocopia di un documento d’identità dell’acquirente / se l’acquirente è una persona giuridica (una società di capitali, società di persona, associazione…) certificato della camera di commercio in bollo o una dichiarazione sostitutiva resa dal legale rappresentante della società che attesti la sede di quest’ultima.
dichiarazione sostitutiva di certificazione di residenza dell’acquirente, qualora la residenza non sia riportata sul documento presentato
modello NP2C (link : clicca qui) stampabile dal sito o in distribuzione gratuita presso gli STA delle unità territoriali ACI (PRA) e degli uffici provinciali della Motorizzazione Civile (UMC), per l’iscrizione al PRA con istanza dell’acquirente
modello NP2D, stampabile dal sito o in distribuzione gratuita presso gli STA delle unità territoriali ACI (PRA) e degli uffici provinciali della Motorizzazione Civile (UMC), nel caso in cui venga redatto l’atto di vendita
– la fattura di acquisto nel caso di un acquisto ad un professionista o l’atto di vendita con la firma del venditore autenticata da un notaio deve essere redatto in bollo
certificato di conformità europeo
domanda compilata sul modulo TT 2119 (link : clicca qui) e firmata dall’acquirente in distribuzione presso gli uffici provinciali della Motorizzazione Civile (UMC)
carta di circolazione estera e fotocopia della stessa, nel caso di un veicolo usato
Attenzione : tutti i documenti dovranno essere redatti in lingua italiana e certificata conforme da un traduttore consolare (ufficiale), a meno che non ci siano accordi bilaterali tra i Paesi coinvolti che non indichino diversamente.

Costi da prevedere per l’immatricolazione di un’auto importata da un paese UE :
– L’IPT (imposta provinciale di trascrizione) è variabile a seconda del tipo di veicolo e della provincia di residenza. Ecco un sito dove si può calcolare l’IPT online: clicca qui.
Emolumenti ACI 27,00€
– Imposta di bollo per iscrizione al PRA – 32,00€
– Imposta di bollo DDT – 32,00€
– Diritti DTT – 9,00€
Costo per il rilascio della targa – varia a seconda del tipo di targa e di veicolo

Per maggiori informazioni, consulta il sito dell’ACI – clicca qui.

Utile : noi possiamo evitarti tutte queste seccature legate all’immatricolazione della tua prossima auto. Lasciaci gestire l’importazione e soprattutto l’immatricolazione definitiva della tua auto importata dalla Germania. Richiedi un preventivo : clicca qui

Quale garanzia per un veicolo comprato in Germania :
Prima di acquistare un’auto importata dalla Germania bisogna informarsi sulla possibilità di far valere la garanzia in Italia. La copertura legale di due anni è valida in tutta Europa, prevista dalla direttiva UE 99/44/Eu che è poi stata introdotta nella normativa interna di tutti gli Stati membri dell’UE, il venditore tedesco non ha però l’obbligo di assumersi le spese per il veicolo guasto e può addirittura pretendere che il mezzo sia recapitato presso la sua concessionaria. La cosa migliore sarebbe non farvi affidamento e sottoscrivere una garanzia per le riparazioni meccaniche in Italia una volta comprata l’auto.

Qual è la situazione per la normativa dell’IVA ?
• Una prima precisazione è necessaria : cos’è un veicolo nuovo e cos’è un veicolo usato.
Un veicolo nuovo : si intende per veicolo nuovo quello che esce dalla fabbrica in provenienza da un paese europeo che non è mai stato immatricolato in un paese UE e con meno di 6 mesi e/o meno di 6000 km.
Un veicolo usato: si intende per veicolo usato quello già immatricolato in un paese dell’UE e con più di 6000 km e più di 6 mesi.
Se l’auto acquistata è nuova, allora devi pagare l’IVA nel paese in cui immatricoli l’automobile, che di solito è il paese in cui vivi. L’IVA va pagata sul prezzo totale dell’automobile. Chiedi una fattura di acquisto senza IVA, ma se il venditore non accetta e se paghi l’IVA due volte, sia nel paese dove acquisti l’auto che in quello dove la immatricoli, hai diritto ad un rimborso. Devi affrontare la questione con il venditore o con le autorità fiscali nel paese in cui acquisti l’automobile.

Desideri maggiori informazioni riguardo i nostri servizi di aiuto all’importazione dell’automobile? Non esitare a contattarci…